L’elettromiografia degli arti inferiori è necessaria nello studio del danno radicolare da ernie lombo-sacrali (sciatica), nelle lesioni traumatiche accidentali o sportive, nelle lesioni dei nervi tibiale e peroneale (piede cadente) e, più raramente, femorale e sciatico. Trova indicazione nella sindrome del tunnel tarsale, nello studio della polineuropatia diabetica.

Vengono studiati con l’elettroneurografia i nervi peroneo o nervo sciatico-popliteo esterno, il nervo tibiale o nervo sciatico-popliteo interno, il nervo surale, il nervo femorale, il nervo femorocutaneo.

L’elettromiografia ad ago esamina i muscoli tibiale anteriore, peroneo lungo, gastrocnemio, i muscoli del piede, i muscoli femorali, i muscoli glutei. Meno frequentemente vengono studiati i muscoli bicipite del femore, il muscolo ilio-psoas, gli adduttori della coscia, i paravertebrali lombosacrali.

Altri nervi e muscoli possono essere studiati per quesiti particolari, soprattutto a seguito di lesioni traumatiche.

Per un’elettromiografia degli arti inferiori bisogna considerare normalmente sui trenta minuti, di più nel caso di studi particolari. Per alcune quesiti clinici occorre studiare entrambi gli arti, per altri lo studio solo dell’arto interessato può essere sufficiente.

Quanto costa un’Elettromiografia degli Arti Inferiori?

L’esame costa 150 €, eseguito da un medico professionista esperto. Senza attese e con referto immediato. Prenota ora tramite il modulo o direttamente al numero 06 56547584

Ancora dubbi? Leggi le risposte alle domande frequenti

EMG è l’elettromiografia propriamente detta:

visualizza e analizza i potenziali elettrici generati dalla contrazione dei muscoli che vengono registrati da un piccolo agoelettrodo monouso.

ENG è l’abbreviazione di elettroneurografia:

comprende lo studio delle velocità di conduzione motorie (VCM), sensitive  (VCS) e le risposte riflesse (RR) dei vari nervi stimolati tramite piccoli impulsi elettrici. Si eseguono, se necessarie, insieme all’EMG.

La maggior parte dei pazienti non prova alcun dolore, al limite può riferire una sensazione lievemente fastidiosa.

Tutti i pazienti non necessitano di particolari cure o assistenza dopo l’esame.

In circa 30 minuti si riesce ad effettuare un esame, anche complesso. In ogni caso, si cerca sempre di fare tutto il necessario per una corretta diagnosi, senza guardare l’orologio.

Non sono richieste particolari preparazioni per l’esame. Si consiglia solo di evitare di mettere creme e cosmetici sulle aree da esaminare.

Sì, è possibile, ma consiglio di eseguirlo a studio. Solo in studio si ha la certezza che non ci siano interferenze elettriche che possono compromettere l’esame. Il costo di un esame a domicilio è di 300 euro e necessita che la data e l’orario siano concordate con un congruo anticipo.

Gli esami non sono convenzionati con il sistema sanitario nazionale o con le assicurazioni. Con le assicurazioni il paziente può richiedere il rimborso  successivamente presentando la ricevuta fiscale che viene sempre rilasciata.

Tutti gli esami medici sono un investimento per la propria salute, e hanno  una variabilità legata alla complessità della patologia o della particolare tecnica  di studio necessaria:

Elettromiografia di singola fibra: 250,00 euro

Elettromiografia del pavimento pelvico: 250,00 euro

Elettromiografia facciale e trigemino: 200,00 euro

Elettromiografia Arti Superiori: 150,00 euro

Elettromiografia Arti Inferiori: 150,00 euro

Elettromiografia Arti Sup e Inf: 200,00 euro

Studio solo Tunnel Carpale: 130,00 euro

Visita neurologica: 130,00 euro

Per tutte le prestazioni viene rilasciata la ricevuta fiscale per le detrazioni dal reddito.

Gli esami di controllo, eventualmente necessari, eseguiti entro i due mesi successivi al primo, avranno una riduzione del 30%.

Per i pazienti con esenzioni dal ticket E01, E02 e 048 applico una riduzione del 15% sui costi degli esami.